Skip to content

Meditazione yoga per riconnettersi con il proprio io interiore

Percorso di meditazione per imparare a conoscersi

Ti piacerebbe imparare delle tecniche di meditazione con lo yoga per rilassarti ma non sai a chi rivolgerti? Hai letto che la meditazione yoga è caratterizzata da tante tecniche che hanno tutte l’obiettivo di riconnetterti con te stesso e vorresti saperne di più su questo mondo così affascinante? Oppure sei curioso di scoprire quali sono i meravigliosi benefici della meditazione yoga sulla tua mente e sul tuo corpo?

Ecco un articolo che ti spiegherà tutto sulla meditazione yoga!
Fermati per qualche minuto a leggere questo articolo che ho scritto per darti tutte le informazioni che stai cercando sulle diverse tecniche di meditazione. Mi chiamo Ylenia e sono un’insegnante di yoga a Torino e dintorni. In questo articolo vedremo insieme tutti i benefici della meditazione yoga per la tua mente e per il tuo corpo. Scopriremo insieme che la meditazione è molto di più di semplice rilassamento ma ha obiettivi più alti e più duraturi in quanto ti permette di coltivare la parte più profonda di te. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Buona lettura!

Meditazione yoga: come ritrovare il contatto con se stessi

In questi ultimi anni, si sente tanto parlare di meditazione, di tecniche meditative per rilassarsi, per gestire lo stress, per calmarsi. Ecco perché la meditazione sta diventando sempre più sinonimo di “rilassante” ma come insegnante yoga, posso dirti che questa definizione è un po’ riduttiva. Il rilassamento è, infatti, una diretta conseguenza del percorso di meditazione yoga ma non è il fine della meditazione.

Diverse sono le tradizioni che ci parlano di meditazione, così come altrettanto diverse sono le tecniche di meditazione e le pratiche, ma tutte accomunate da un obiettivo molto nobile: quello di coltivare consapevolezza e presenza mentale per ritrovare il contatto con la propria parte profonda, il proprio se’.

Infatti, siamo poco abituati ad osservarci, a portare l’attenzione su noi stessi, verso l’interno. Siamo sempre catapultati verso l’esterno, sommersi da informazioni e input.

I ritmi frenetici della società moderna inducono il nostro cervello a restare molto attivo per lunghi periodi di tempo; in questo contesto il cervello farà sempre più fatica a rallentare e a trovare lo spazio per percepire noi stessi, le nostre sensazioni e percezioni fisiche e mentali.

Quindi, prima di pensare di entrare in uno stato meditativo è fondamentale fermarsi, rendersi conto di come ci sentiamo e prendere consapevolezza di noi, imparando a silenziare la mente irrequieta e calmando il sistema.

Lo yoga ci insegna sviluppare questo percorso di riconnessione con noi stessi e come portarlo avanti. Nello yoga questo processo di meditazione si chiama Samyama.

Negli Yogasutra, il testo principale dello yoga, Patanjali ci dice passo passo come muoverci nella pratica.

Il Samyama è composto da tre fasi:

– Dharana, fase di concentrazione,

– Dyhana,  fase di contemplazione o meditazione;

– Samadhi, fase di enstasi, totale ritrazione verso il se’, innalzamento ad uno stato dell’essere, di coscienza superiore.

Vediamoli insieme nel dettaglio.

Dharan: La concentrazione come anticamera della meditazione

Prima di pensare di iniziare a meditare, è buona abitudine concentrare la mente, rendendosi conto del caos e della confusione dentro di noi. È fondamentale imparare a vedere il flusso dei pensieri, riconoscerne i meccanismi e prendere consapevolezza del nostro stato attuale.

La concentrazione è la capacità di fermare mente e prestate attenzione su un oggetto prescelto. Questo allenamento permette di ottenere un maggiore controllo sul pensiero e sviluppare la capacità di tenere la mente calma. Da questo primo stato di calma, con continua pratica, si inizierà a meditare, come prima abbiamo inteso.

L’oggetto in questione può essere il respiro, oppure una fiamma oppure un suono, una parola, un’immagine…qualunque supporto ci aiuti a concentrare la mente.

 

Dhyana: La meditazione, contemplazione

La meditazione o, dhyana, per lo yoga non è una tecnica ma è uno stato di espansione della coscienza, è uno stato di completa consapevolezza. È uno stato di profonda pace che giunge nel momento in cui la mente diviene calma e stabile, ma comunque restando totalmente presente. In questo stadio si dice che “non c’è più distinzione tra chi osserva e l’oggetto osservato”, si raggiunge uno stato di profonda pace e calma. Un esempio è: se prendiamo come oggetto di concentrazione il respiro, noteremo che ad un certo punto noi “siamo il respiro stesso”.

Samadhi: l’enstasi, l’unione con il proprio sè

I maestri parlano di stato superiore di coscienza che a parole non può essere descritto, uno stato in cui non c’è più oggetto ma pura essenza. Ancora non si è raggiunta la tanto decantata “illuminazione”, tuttavia si può parlare di stato di coscienza “altro”.

Come vedi, può risultare difficile spiegare a parole tutto il processo di meditazione yoga in quanto soltanto sperimentando in prima persona ogni singola fase e soprattutto praticando con costanza è possibile imparare a meditare e riconnettersi con il proprio io interiore.

meditazione yoga e respiro

La meditazione yoga ti permette di collegare la tua mente e il tuo corpo e acquisire quella consapevolezza che ti aiuterà anche a rilassarti. Il percorso di meditazione è la strada per esplorare noi stessi grazie all‘auto-osservazione corpo e respiro. È un viaggio guidato da esperti, insegnanti yoga come me che potranno insegnarti le pratiche più adatte a esplorare il tuo io più profondo per calmare la mente e donarti quella piacevole sensazione di rilassamento che, come abbiamo visto prima, è solo una conseguenza del percorso di meditazione. 

Se ti interessa scoprire come poter sperimentare la meditazione o se ti piacerebbe iniziare con la pratica di asana sul tappetino per iniziare quel meraviglioso percorso di esplorazione di se stessi e migliorare la tua vita quotidiana, ritagliandoti il tuo momento dalla frenesia e dagli innumerevoli input che arrivano dal mondo esterno, visita il mio sito per scoprire tutti i corsi, i seminari e le esperienze che potremo fare insieme oppure contattami compilando il form qui sotto.